Il 30 giugno a “Casa Giardino” pranzo catalano per aprire una finestra sul mare

L'iniziativa di domenica 30 giugno servirà a sostenere la vacanza degli ospiti al mare di Punta Sabbioni

image_pdfimage_print

La forza dell’amicizia non ha confini. A testimoniarlo ancora una volta suor Maria Buongiorno, della comunità “Figlie di Gesù sofferente”, che insieme alle consorelle gestisce la “Casa Giardino” di via delle Salde 11, a Casalmaggiore, realtà di accoglienza per persone con varie disabilità.

«Domenica 30 giugno presso la nostra struttura – spiega la religiosa – ci sarà un pranzo a base di specialità catalane organizzato da tre coppie di amici di Saronno che si sono offerti di raccogliere fondi per permettere anche quest’anno ai figliuoli di andare in vacanza al mare. È segno della bellezza ancora presente nella nostra società e che porta il nome di fraternità. Dobbiamo tornare a imparare quant’è importante stare insieme. Dobbiamo vivere nella bontà!”.

Gli amici di Saronno, località dove padre Giuseppe Renzi aveva fondato la comunità nel 1987, hanno scelto, come loro vocazione cristiana, di cucinare gratuitamente per chi ha particolari necessità.

L’iniziativa è rivolta ai casalaschi (prenotazioni allo 0375-201357) che, attraverso i fondi raccolti in questa giornata di festa, potranno permettere agli ospiti della casa di tornare, per il sesto anno, al mare di Punta Sabbioni, presso la struttura Villaggio San Paolo, gestito dalla Curia di Belluno, grazia anche al supporto di giovani volontari universitari. Una struttura con ampie stanza e grandi finestre: finestre vista mare.

Locandina dell’iniziativa

Sara Pisani

TeleRadio Cremona Cittanova