A Castelleone la Rivista torna ad animare il teatro, anche se solo online

image_pdfimage_print

È trascorso ormai anno, era il febbraio 2020, da quando, causa pandemia, sono state bloccate tutte le attività ricreative con relativa chiusura dei teatri e delle sale cinematografiche, e così, anche la tradizionale Rivista di Carnevale dell’Oratorio di Castelleone è stata sospesa. Purtroppo dodici mesi dopo il Covid 19 costituisce ancora un pericoloso contagio per le persone e quindi niente spettacolo di Carnevale, come niente musical e proiezioni cinematografiche, la Sala della Comunità Giovanni Paolo II desolatamente vuota e inutilizzata.

E allora? Come hanno reagito i ragazzi dell’Oratorio di Castelleone? Rinunciare alle diverse proposte culturali e al valore aggregativo e sociale di queste esperienze oppure tentare nuove strade? La risposta è stata  l’accettazione di vivere il tempo presente affrontandolo con i mezzi che consentono di superare limiti imposti dal distanziamento sociale. Così una compagnia di attori e tecnici di diverse età, guidata dal vicario dell’oratorio don Matteo Alberti, ha fatto nascere il teatro web, una rivista trasmessa online, con un pubblico virtuale, ma che ha permesso ai ragazzi di ritornare a progettare, a relazionarsi, a ridere, a scherzare ed a impegnarsi.

L’entusiasmo di tutti ha consentito di superare anche le diverse difficoltà tecniche che l’impresa comportava, sempre nel rispetto delle norme previste per il contenimento della pandemia.

La prima della Rivista di Carnevale 2021 dell’Oratorio di Castelleone è stata caricata sabato 13 febbraio, alle 21, sul canale YouTube dell’Oratorio di Castelleone, e in breve tempo ha totalizzato più di mille visualizzazioni e moltissimi like: un vero successo.

Il buon risultato del primo spettacolo online spinge i giovani attori a proporre altre manifestazioni teatrali via web, sperando di poter calcare nuovamente  le tavole del palcoscenico davanti a un pubblico vero.