Usare e integrare vecchi e nuovi media parrocchiali: il 2 ottobre al via il corso online sulla “Comunicazione di comunità”

L'iniziativa, rivolta ad animatori e operatori pastorali della cultura e della comunicazione, è promossa dagli Uffici Comunicazioni delle Diocesi lombarde e si svolgerà in tre sabato mattina

image_pdfimage_print

Bollettini parrocchiali e siti internet di unità pastorali, comunità e oratori accanto a canali youtube e social network. Anche nelle parrocchie il mondo della comunicazione è sempre più variegato. La pandemia ha portato a scoprire e valorizzare canali informativi nuovi, senza per questo abbandonare gli strumenti più consolidati. Ma come conciliare tradizione e novità, old e new media? E come far dialogare e collaborare chi storicamente si è occupato del bollettino parrocchiale con le generazioni più giovani in grado di gestire i nuovi strumenti? Un tentativo di risposta arriva dalla proposta formativa – dal titolo “Comunicazione di comunità” – che gli Uffici per le Comunicazioni sociali di tutte le Diocesi della Lombardia propongono agli animatori della Cultura e della Comunicazione e in generale a tutti gli operatori pastorali che nelle comunità si impegnano nell’ambito informativo e comunicativo. L’opportunità è attraverso un percorso di formazione unitaria in modalità webinar in programma in tre mattinate del mese di ottobre, dalle 10 alle 12.

«Già lo scorso anno – spiega Riccardo Mancabelli, incaricato diocesano per le Comunicazioni sociali – come Diocesi lombarde avevamo sperimentato un’occasione di formazione unitaria. La risposta era stata buona, con alcune adesioni anche all’interno della Chiesa cremonese. Da qui l’idea di riproporre l’iniziativa cercando di aiutare le nostre comunità a comunicare nel modo più efficace possibile. E si è scelto di farlo guardando alle forme più tecnologiche che la pandemia ci ha portato a scoprire e valorizzare anche in ambito parrocchiale, a volte anche in modo un po’ incauto o improvvisato. Ma senza per questo tralasciare le forme di comunicazione più tradizionali, come i bollettini parrocchiali».

«Il percorso – precisa ancora Mancabelli – cercherà di aiutare a conoscere e prendere confidenza con i diversi mezzi e le loro regole, ma anche cercando di capire come vecchio e nuovo possano integrarsi: dunque non come un’alternativa, quanto piuttosto come un maggior arricchimento, capace di rispondere alle diverse sensibilità delle persone, principalmente dovute a ragioni generazionali. La modalità webinar è stata scelta per agevolare la partecipazione da ogni parte della regione, anche favorendo un confronto di esperienze che può risultare sempre molto utile».

Ogni incontro – organizzato su Microsoft Teams – prevede la partecipazione di una coppia di relatori e uno spazio di confronto con la possibilità di domande da parte dei partecipanti.

Il percorso sarà inaugurato sabato 2 ottobre dalla giornalista Sabrina Penteriani, direttrice di santalessandro.org, il settimanale online della Diocesi di Bergamo, che offrirà una riflessione sul senso e lo stile della comunicazione nelle comunità parrocchiali, analizzando opportunità e rischi.

Sabato 16 ottobre l’attenzione si focalizzerà, invece, sugli strumenti in uso nelle comunità cristiane e la loro possibile interazione e integrazione, al servizio di una comunicazione che crei autenticamente comunità. Guiderà l’incontro don Luca Fossati, dell’Ufficio comunicazioni della Diocesi di Milano.

Infine sabato 23 ottobre don Giuliano Zanchi, teologo e direttore della Rivista del Clero Italiano, offrirà una lettura teologico-pastorale di alcune esperienze di comunicazione, per meglio comprendere quale immagine di Chiesa si sta trasmettendo.

Informazioni e iscrizioni scrivendo all’indirizzo email formazionecel@gmail.com e indicando nome, cognome e diocesi di appartenenza. È prevista una quota di iscrizione di 10 euro a partecipante.

Scarica la locandina del corso

TeleRadio Cremona Cittanova