“Fiera delle competenze”, il Vescovo ha chiuso l’evento regionale delle squadriglie scout ospitato a Cremona

La duegiorni presso il Parco didattico in riva al Po è terminato nel pomeriggio dell'11 settembre con la celebrazione eucaristica presieduta da mons. Napolioni

image_pdfimage_print

 

Guarda la photogallery completa

«Quando anche io ero scout come voi mi ripetevano sempre che un reparto che canta è un reparto che cammina. E vorrei ricordare in questa giornata due scout che hanno camminato tanto da aver già raggiunto la destinazione: Maurizio e Stefania». Con questa riflessione il vescovo di Cremona Antonio Napolioni ha salutato i tanti ragazzi delle squadriglie scout Agesci della Lombardia che sabato 10 e domenica 11 settembre si sono ritrovate a Cremona per vivere la “Fiera delle competenze”, evento regionale che per la seconda volta (già nel 2019) è stato ospitato nella città del Torrazzo.  Un momento di confronto e miglioramento per tutte le squadriglie lombarde, riunite presso il Parco Didattico, base degli scout Cngei, a due passi dal fiume Po.

L’arrivo dei primi gruppi già nel pomeriggio di sabato e dopo la cena un momento di musica e di festa.

Domenica mattina l’evento è quindi entrato nel vivo, con l’allestimento di stand nei quali con grande fantasia hanno raccontato i traguardi raggiunti nel corso del 2022, fra competenze e imprese compiute. L’idea del ritrovarsi insieme è infatti proprio mettere in relazione i vari gruppi, condividendo esperienze e competenze e mettendo in moto idee.

La duegiorni si è conclusa domenica pomeriggio con la Messa presieduta dal vescovo Antonio Napolioni, che in prima persona ha vissuto per molto tempo l’esperienza scout e che è anche stato assistente nazionale Agesci. Nell’omelia il Vescovo ha ricordato ai ragazzi che «Dio sembra commettere ingiustizie per quanto ama e per quanto perdona, e noi gli possiamo mettere i bastoni fra le ruote». «Qua ci vuole un angioletto – ha detto riferendosi alla conclusione del brano evangelico del padre misericordioso – che stia vicino a chi rischia di inacidirsi per la sua gelosia e per i suoi risentimenti e gli disciolga il cuore, gli faccia riscoprire il dono della tenerezza e magari anche quello delle lacrime, poiché c’è posto per tutti nel cuore del Padre».

La Fiera delle competenze si è conclusa, al termine della Messa, tra saluti, abbracci e l’augurio di potersi ritrovare il prossimo anno ancora tutti insieme.
Luca Marca
TeleRadio Cremona Cittanova